Manifestazione NO CPR e Terra Canta Stagione Teatrale

Questo Sabato 1 dicembre 2018 il CSA Baraonda vi invita a partecipare a due eventi.

Alle ore 13:00 ci incontreremo al Baraonda per raggiungere insieme il concentramento di Piazzale Piola da dove partirà il corteo NO CPR e decreto Salvini

Con il DL Salvini questo governo razzista e xenofobo vuole definitivamente criminalizzare quella parte del paese che ancora si ostina a fare dell’ inclusione e dell’ accoglienza i propri valori fondanti! Inasprendo le leggi e aumentando le pene questo governo vuole dare un taglio definitivo al difficile processo d’integrazione. Arrivano dopo mille pericoli, hanno perso tutto, lavorano spesso in condizioni degradanti, pagano per un permesso di soggiorno in un paese che non sarà mai il loro e i loro figli non saranno mai italiani!

Eravamo , siamo e saremo sempre con chi accoglie, organizza e lotta per l’integrazione!

Siamo e saremo sempre per i porti aperti, per le porte aperte e per le menti aperte!

Criminale è chi lascia affondare barconi
Criminale è chi lascia bambini fuori dalle mense
Criminale è arrestare chi si prodiga per l’accoglienza

In serata invece l’appuntamento è al CSA BARAONDA dove alle ore 20:00 inizierà la cena teatrale

Dalle 20: 
📍 cena latina annaffiata da refrescos e vino
📍 interventi informativi e aggiornamenti sulla vicenda processuale a cura di Berta Vive Comitato Milano
📍 proiezione del video “13+1 COLORI DELLA RESISTENZA HONDUREGNA” * di DROMA studio art
📍 interventi teatrali e musicali a cura di Nudoecrudo Teatro con estratti del futuro spettacolo**

Per partecipare:
📍 Quando: Sabato 1 dicembre.
📍 Ore 20
📍 Dove: al CSA Baraonda, via Pacinotti, 13, Segrate (MI)
📍 Costo: cena latina 15 euro
📍 Per prenotazioni: info@nudoecrudoteatro.org
📍 Altre info http://www.nudoecrudoteatro.org/berta/

 


 

Da diversi mesi, su impulso di Berta Vive Comitato MilanoNudoecrudo Teatro sta lavorando a uno spettacolo che nasce dalla potentissima figura di Berta #Càceres, attivista ambientalista e femminista, uccisa in Honduras nella notte tra il 2 e il 3 marzo 2016 per la sua strenua opposizione ai progetti estrattivisti in territorio indigeno.

Lo spettacolo “BERTA.Canto alla terra” debutterà nella primavera 2019, ma il 1° dicembre al CSA Baraonda di Segrate, nell’ambito di TERRA CANTA – Mezza stagione TeatraleNudoecrudo Teatro insieme a Berta Vive Comitato Milano e DROMA studio, propone un momento conviviale, artistico e informativo per parlare di Berta, presentare il progetto di spettacolo, lanciare il crowdfunding sulla piattaforma Produzioni Dal Basso.

13 +1 COLORI DELLA RESISTENZA HONDUREGNA

un progetto di DROMA Studio
graphic design e concept
Giuliano Manselli
video_portraits, video editing e sound design
Enrico Pani
photo_portraits
Barbara Barberis
foto_still life
STEFANO GIO SEMERARO

Berta Càceres era un’attivista ambientalista honduregna, e una leader rivoluzionaria indigena Lenca co-fondatrice del Copinh, organizzazione che sostiene i diritti dei popoli indigeni in Honduras. La sua lotta ha ottenuto riconoscimenti internazionali, come il prestigioso Goldman Environmental Prize nel 2015 vinto per la difesa del Río Gualcarque.
In particolare, Berta ha combattuto contro la costruzione della diga di Agua Zarca, sul Rio Blanco, nella zona in cui vivono i Lenca. Nonostante abbia ripetutamente denunciato minacce di morte nei
suoi confronti, la notte del 2 marzo 2016 è stata assassinata nella sua casa da uomini armati. Berta sosteneva che le donne devono combattere un triplice dominio: capitalismo, razzismo e patriarcato. Oggi, Berta è diventata un simbolo.
Questo è il motivo per cui il comitato Berta Vive di Milano il 23 giugno 2018 ha proposto a una rete di movimenti e attivisti di costruire insieme un incontro con la partecipazione delle attiviste honduregne Karla Lara e Melissa Kardoza,
Durante l’incontro, DROMA Studio ha raccolto la testimonianza di 13 attivisti e attiviste. 13 testimonianze come i 13 colori della resistenza in Honduras.
A tutti gli intervistati è stato chiesto di raccontare ciò che Berta rappresenta per loro e di scegliere un oggetto simbolico da associare alla sua figura, reinterpretando così un aspetto importante
legato alla visione animista della realtà, che caratterizza le culture indigene del Sud America.

** BERTA. CANTO ALLA TERRA

Un progetto di spettacolo di Nudoecrudo Teatro
Direzione artistica e interpretazione Alessandra Pasi
Drammaturgia Franz Casanova
Canto Silvia Salamini
Fisarmonica Guido Baldoni
Scene Marco Preatoni

Honduras 3 marzo 2016.
All’alba Berta Càceres, “defensora de la Madre Tierra”, leader indigena, Premio Goldman per l’Ambiente, è assassinata nella sua abitazione di La Esperanza. Per anni ha ricevuto costanti persecuzioni e minacce per la sua instancabile attività di contrasto ai progetti di sfruttamento ed estrazione nei territori ancestrali indigeni.
Per questo la Commissione Interamericana dei Diritti Umani ha ordinato misure di tutela per la sua vita. La notte in cui viene uccisa, però, non c’è nessuno a proteggerla.

Le indigene e gli indigeni, le compagne e i compagni di Berta chiamano il giorno della sua morte “la Siembra”, la Semina. Il giorno in cui Berta torna all’amata terra, per fecondarla con il suo sacrificio, moltiplicata in milioni di semi perché attecchiscano e germoglino nelle coscienze delle donne e degli uomini.
Uniamo la nostra voce a quella della moltitudine che chiede verità e giustizia per Berta e per il pianeta.
Intoniamo un canto delicato per ricordare con struggente determinazione che la terra su cui e di cui viviamo è nostra madre, l’unica che abbiamo.
Su impulso del Comitato Berta Vive Milano, NUDOECRUDO TEATRO mette il primo seme per uno spettacolo che debutterà nella primavera 2019, dopo un percorso di costruzione e produzione dal basso al quale chiama tutte e tutti a partecipare.

This entry was posted in eventi. Bookmark the permalink.