ULTRAS – un mondo di sottoculture | domenica 10.06.2012

CSA BARAONDA presenta :

UN MONDO DI SOTTOCULTURE

Una serie di serate dedicate all’ analisi e alla comprensione delle maggiori sottoculture giovanili, analizzandole a livello sociale, idealistico e politico.

DOMENICA 10 GIUGNO dalle ore 15

ULTRAS

All’interno della rassegna dedicata alle subculture giovanili organizzata dal c.s.a. Baraonda, il primo appuntamento è dedicato al mondo degli ultras.

Sempre più frequentemente la sociologia si è interessata a questo fenomeno che vede coinvolti giovani accomunati da un forte senso di appartenenza al proprio gruppo con un comune linguaggio e stile di vita, dalla sfida al politicamente corretto, da una pulsione ribelle ma al contempo regolata da rigide norme comportamentali.

Scopo dell’incontro è la conoscenza di questo mondo, delle motivazioni che spingono tanti giovani a scegliere di “appartenere” ad una realtà impiegando tempo, energie e risorse economiche; il bisogno d’identità e di socializzazione, in un mondo in cui paradossalmente la libertà aumenta ma il disagio e lo smarrimento dovuti all’insicurezza prevalgono, la curva è vista come “refugium vitae”.

La ricerca della comprensione dei riti, comportamenti e ideali, anche analizzando i rapporti intrattenuti con la sfera politica istituzionale e non, con i media e con le società di calcio. La disamina delle scelte perpetrate da alcune tifoserie di trasferire la politica all’interno della propria curva e delle conseguenze che queste decisioni hanno portato.

Infine il fenomeno repressivo che dalla sua nascita persegue il movimento ultras, spesso usato come palestra per la sperimentazione di nuovi metodi coercitivi, attraverso una legislazione che viene proposta come preventiva ma che nasconde neanche tanto velatamente la sua indole repressiva.

Ne parleremo con alcuni protagonisti di ieri e di oggi che hanno attraversato e che attraversano il movimento ultras non solo del panorama calcistico e soprattutto coinvolgendo alcune realtà estere per meglio comprendere il fenomeno.

This entry was posted in General and tagged . Bookmark the permalink.