SOLIDARIETÀ CON EUSKAL HERRIA | giovedì 02.12.2010 h.21

GIOVEDÌ 2 DICEMBRE PRESSO IL C.S. BARAONDA DI SEGRATE (MI) alle ore 21.00 RIUNIONE CITTADINA per coordinare le varie iniziative e per portare proposte concrete di lavoro per la costruzione della Settimana di solidarietà con il popolo basco, nel febbraio 2011 e per la costruzione del corteo nazionale il 26 febbraio 2011.

———————————————————————–

SOLIDARIETÀ CON EUSKAL HERRIA: appello per una riunione cittadina


Lanciamo questo appello perché crediamo sia necessario sviluppare un momento di confronto all’interno del movimento milanese, e non solo, sulla questione della solidarietà al popolo basco.Diciamo questo perché, anche sul terreno della solidarietà internazionalista, si gioca un ruolo importante nel quadro più complessivo dello scontro anticapitalista e antimperialista e saper cogliere i segnali che arrivano dalle lotte dei paesi più vicini è un elemento di comprensione della realtà, per poter meglio articolare le nostra iniziative.La lotta del popolo basco è un grande esempio di rigore e capacità di costruire giorno dopo giorno una prospettiva politica e sociale diversa e all’avanguardia. Il processo di autodeterminazione e di liberazione dall’imperialismo spagnolo e francese vive nella quotidianità delle lotte, coniugato in maniera indissolubile al conflitto sociale (altissima partecipazione agli scioperi contro la crisi, una forte e dispiegata lotta alla precarietà, una resistenza di popolo contro la Tav, contro il nucleare, contro le politiche distruttive del mondo della scuola, contro il fascismo, il razzismo e per l’autodeterminazione delle donne). Una resistenza popolare che è anche proposta politica per una società diversa senza sfruttamento e disuguaglianza.
Ma giorno dopo giorno la sinistra indipendentista e il popolo basco nel suo complesso, vivono anche livelli insopportabili di repressione che hanno portato negli ultimi 50 anni più di 30.000 persone nelle carceri spagnole e francesi con una presenza attuale di più di 750 prigionieri politici.
Di questo vogliamo parlare:vogliamo riuscire ad approfondire queste questioni, in un momento di confronto dove possa emergere un punto di vista chiaro e schierato, proprio a partire dalla convinzione che ogni passo in avanti del popolo basco, dal punto di vista dell’autodeterminazione e delle condizioni di vita, sia un passo in avanti anche per noi e possa rappresentare un grande segnale di trasformazione dell’esistente per tutti i lavoratori e le lavoratrici che aspirano ad una società “altra” completamente diversa, antagonista e incompatibile con l’attuale.
Anche nel 2011, come ormai avviene da 4 anni a questa parte, intorno alla metà di febbraio, si svolgerà in numerosissimi paesi del mondo quella che è diventata “la SETTIMANA DI SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE CON IL POPOLO BASCO”, durante la quale tutti i collettivi Euskal Herriaren Lagunak (Amici/che del Paese Basco) porteranno all’attenzione della società civile gli accadimenti politici e sociali e la forte repressione che si vive in Euskal Herria e nello stesso tempo si porterà, attraverso diverse modalità e iniziative, la nostra solidarietà a questo popolo.Vogliamo riuscire a creare momenti coordinati dove, mantenendo ognuno la propria soggettività politica, si possa costruire un allargamento della rete nazionale EHL (Amici e amiche del Paese Basco), cercando di coinvolgere tutte le organizzazioni presenti sul territorio, dagli studenti ai lavoratori, i centri sociali, le realtà del sindacalismo, le rappresentanze istituzionali……
Per questo invitiamo tutti i compagni a collaborare con il collettivo EHL per la costruzione della Settimana di solidarietà, nel febbraio 2011 e di partecipare alla RIUNIONE CITTADINA convocata per GIOVEDÌ 2 DICEMBRE PRESSO IL C.S. BARAONDA DI SEGRATE (MI) alle ore 21.00, per coordinare le varie iniziative e per portare proposte concrete di lavoro.
La solidarietà internazionale ha un’importanza fondamentale nella risoluzione giusta dei conflitti ed è un’arma con la quale, dal Sud Africa all’Irlanda, si è riusciti a creare le condizioni per risoluzioni democratiche e condivise dal popolo. La stessa cosa succede per la Palestina, il Kurdistan…. e per il Paese Basco.

HAMAIKA HERRI BORROKA BAKARRA – TANTI POPOLI UN’UNICA LOTTA

Euskal Herriaren Lagunak Milano – Rete milanese amici e amiche di Euskal Herria

www.ehlitalia.com eh-lagunak@gnumerica.org

This entry was posted in antifascismo, eventi, General and tagged , . Bookmark the permalink.