Baraonda Calcio

La squadra di calcio del CSA Baraonda nasce nel 1998 su iniziativa di alcuni componenti del Collettivo di allora.
Motivo scatenante di questa decisione fu l’intento di aggregare i compagni “vicini” al CSA Baraonda (attivisti, frequentatori, ragazzi del quartiere, calciofili) in un contesto diverso dalle mura di un Centro Sociale ma dove comunque, innanzitutto divertendosi, si potessero esaltare doti, già insite, come amicizia, altruismo, impegno e sacrificio.
In tutti questi anni la squadra è riuscita a coinvolgere decine di compagni/e di ogni età che, attraverso allenamenti e partite su campi e con temperature di ogni tipo immaginabile, han formato un “gruppo” coeso e solidale, mantenendo quello spirito che li ha portati a raggiungere anche discreti risultati sportivi, cercando sempre di non dimenticare l’impegno politico che occupa il resto del tempo delle nostre giornate.

Nel corso degli anni la squadra ha partecipato alle varie edizioni del “TORNEO DI CALCIO DEI CENTRI SOCIALI, DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE COMUNITA’ STRANIERE”, iniziativa storica dellAssociazione Olinda, e del “TROFEO ARGO”, programmato dalla Polisportiva Torchierese.
E’ della squadra di calcio del CSA Baraonda l’organizzazione del “BARAONDA STREET SOCCER”, torneo misto 3 contro 3 che si tiene ogni fine anno nel parcheggio adiacente al Centro.

Nell’aprile 2010 – dal desiderio di associare alla socialità e al divertimento dello sport del calcio – nasce il “SENZA TREGUA – TORNEO DI CALCIO ANTIFASCISTA”. Il nome del torneo – “Senza Tregua” – dal titolo del libro del Comandante Partigiano Giovanni Pesce, nome di battaglia Visone, vuole evidenziare la volontà di mantenere salda la memoria collettiva di un periodo cruciale, quale la Resistenza, ultimamente troppo minato da tentativi di revisionismo. Una revisione che passa dai tentativi di equiparare i Partigiani ai reduci di Salò, alla sempre maggiore legittimazione politica data alle nuove destre. Una volontà, questa del torneo, che però non vuole limitarsi al periodo circoscritto della resistenza partigiana, ma anche alle successive lotte mosse dall’Antifascismo.
Con questo intento infatti è stata organizzata la prima edizione del torneo: nel 35° anniversario della morte di Claudio Varalli e Giannino Zibecchi (il primo, studente di 17 anni, ucciso con un colpo di pistola il 16 aprile ’75 per mano fascista, il secondo, insegnante, ucciso il 17 aprile ’75 da una camionetta dei carabinieri durante una manifestazione) la squadra ha voluto dedicare a loro il torneo, abbinando – alla competizione calcistica – una serata di mostre, dibattiti, letture e video in stretta collaborazione con l’Associazione per non dimenticare Varalli e Zibecchi.

Nel decimo anniversario di quello che fu un esempio di violenta repressione fascista subita dal movimento, dalle associazioni presenti, da donne, uomini e in particolare dalla famiglia Giuliani, la seconda edizione del torneo è stata dedicata a Genova 2001. Un’edizione, questa, che ha visto il coinvolgimento, nella costruzione dell’iniziativa, oltre che del Baraonda calcio e del CSA Baraonda, anche della Polisportiva Torchierese, del Boccalcio e della Palestra Popolare. Una giornata di calcio, mostre, banchetti informativi, materiale audio e video, interventi e reading teatrali e il cui ricavato è stato destinato al Comitato Piazza Carlo Giuliani.

La terza edizione del torneo ha visto la partecipazione di 8 squadre ed è stata dedicata alla partigiana Onorina Brambilla Pesce, nome di battaglia “Sandra”, morta il 6 Novembre 2011, dopo una vita dedicata alla lotta contro il fascismo.

La quarta edizione del torneo – a dieci anni dalla notte del 16 Marzo 2003 – è stata dedicata a Davide “Dax” Cesare, militante antifascista ucciso a coltellate da tre simpatizzanti fascisti. Una giornata di sport popolare organizzata con la Palestra Popolare Baraonda e con la partecipazione delle compagne e dei compagni di Dax